Il percorso terapeutico dei ragazzi della Comunità di Caprile passa anche dalla cura del territorio che li ospita.
Da mesi sono impegnati a rendere accogliente la Frazione Persica di Caprile, località verdeggiante a soli 90 minuti da Torino e Milano, nel tempo trascurata per mancanza di risorse.

L’ultima fatica dei ragazzi è stata il restauro di panchine, ponti e sentieri della Frazione, rendendola accogliente per gite, pedalate in mountain bike, passeggiate autunnali alla ricerca di funghi e castagne.

Mettersi a disposizione della collettività è uno dei principi educativi cardine di AISE, quello che fa sentire la differenza fra lo stare in comunità e il sentirsi parte di essa, con gioia e responsabilità.

Prendersi cura del territorio in cui si vive, anche se solo per un periodo, fa bene a se stessi e agli altri.

Leggi l’articolo