AISE Onlus ha ripreso gli incontri con gli studenti nelle scuole, interrotti negli ultimi due anni a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia.

“La prevenzione è fondamentale nella lotta alla droga e alle dipendenze e oggi deve avvenire il prima possibile, visto che sono sempre più giovani i consumatori abituali di sostanze stupefacenti e di alcol: ragazzi e ragazze alle soglie dell’adolescenza.” – sostiene Dominik Muller, Presidente di AISE ed educatore professionale.

Il primo appuntamento, avvenuto il 22 Febbraio 2023 e organizzato dalla Professoressa Maria Cecilia Axelio, ha coinvolto circa 30 ragazzi e ragazze di seconda e terza secondaria inferiore dell’Istituto comprensivo Martiri della Libertà di Balmuccia (VC) e le loro docenti: la Professoressa Cristiana Zandotti e la Professoressa Barbara Tasso, insegnante di sostegno. Presente anche la Dottoressa Viviana Monte, psicologa del plesso.

Ha introdotto l’incontro l’educatrice Valentina Puricelli, che da anni opera sia nelle comunità residenziali
per minori dell’AISE
La Casa di Anna e Jonathan’90 sia in quella per adulti.
Alle sue parole sono seguite le testimonianze di due ospiti della comunità terapeutica per le dipendenze AISE di Caprile (BI).
I racconti di vita dei due giovani, poco più grandi dei ragazzi e ragazze in ascolto, hanno catalizzato l’attenzione, stimolato tante domande e portato a un breve ma intenso dibattito.

È importante che siano i giovani a parlare ai giovanissimi, perché condividono lo stesso linguaggio e sanno che cosa significa essere adolescenti oggi, non venti-trenta-quaranta anni fa.
Questi incontri fanno bene a tutti: agli ospiti di AISE, che nel trasmettere le loro esperienze si mettono al servizio della comunità; agli studenti e studentesse, che possono ascoltare e sentirsi ascoltati da persone vicine per età e sensibilità.

A questo intervento ne seguiranno altri. Il prossimo sarà il 4 Aprile presso le scuole di Quarona (VC).