///Valentina Puricelli
Valentina Puricelli 2017-06-21T17:18:25+00:00
Valentina Puricelli

Valentina Puricelli

Coordinatrice comunità educativa per minori La Casa di Anna

Si occupa di: dipendenze patologiche, adolescenza, reati penali minorili, rapporti con le Istituzioni (servizi invianti quali servizi Tutele minori e Tribunali per i minori)

Consegue il diploma quinquennale presso l’Istituto Magistrale “G. Castelli” di Novara.
Materie di studio fondamentali: psicologia sociologia e pedagogia con particolare attenzione ai problemi dell’ infanzia e dell’età evolutiva.

Consegue la Laurea ln Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Milano con tesi in Analisi delle politiche Pubbliche: “Organizzazione dei Servizi e programmi terapeutici per le tossicodipendenze presso le unità sanitarie locali. Legge e realtà nelle Regioni Piemonte e Lombardia.”

Dopo la laurea fa un percorso di stage per formarsi e specializzarsi in ambito sociologico. La tossicodipendenza è stata oggetto di approfonditi studi attraverso corsi di formazione e la partecipazione/realizzazione di progetti di monitoraggio e prevenzione in collaborazione con la ASL L3 di Novara.

Dal 2004 è operatrice presso la Comunità Terapeutica AISE. Inizialmente gestisce i rapporti con i Servizi invianti (Sert amministrazioni penitenziarie) e gestisce pratiche amministrative di natura giuridica.  Poi si specializza nella conduzione di gruppi mirati al riconoscimento della dipendenza da sostanze.

Negli anni approfondisce attraverso master e corsi di formazione la conoscenza in ambito minorile (aspetti penali e sanitari legali all’uso di sostanze stupefacenti) seguendo Master quali:
“ll giudice onorario e il Tribunale per i minorenni; attività e competenze in un contesto multidisciplinare” presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano;
“Valutazione e trattamento del disturbo da abuso e dipendenza da cocaina nei minori” presso l’Azienda sanitaria locale di Vercelli.

Dal 2012 è coordinatrice della comunità educativa per minori “La casa di Anna” di Buscate.